Varadero, Cuba. L’uomo dei pellicani arriva in spiaggia a metà mattinata. Un secchio bianco, una piccola rete, il sigaro tra le labbra. Al primo lancio la rete torna carica di sardine. In pochi istanti l’uomo col sigaro e il suo secchio di pesciolini vengono circondati. Sette o otto pellicani gli ronzano attorno, hanno fame, sanno che è il posto giusto. Diventa uno spettacolo. Capisci che l’uomo col sigaro non sta pescando per se ma per loro, i suoi amici pellicani. Li chiama con un breve fischio accompagnato da un leggero cenno della mano, <seguitemi> sembra dir loro. E gli vanno dietro,  cento passi verso unRead More →

Furono i bambini ad assegnare a Steve McCurry il premio che lo consacrava testimone assoluto della distruzione di ambiente e animali causata dalla guerra, in grado di far impazzire i meccanismi di equilibrio e sintonia fra elementi che erano rimasti inalterati per millenni e improvvisamente venivano spazzati via da bombardamenti, esplosioni, inquinamento e devastazione. Era il 1992 e la foto, scattata l’anno prima nel Kuwait, vinse il primo premio della Children Jury del World Press Photo, impressionando il mondo con quell’inferno di fuoco, il petrolio incendiato che divampava in altissime fiamme, che faceva da sfondo al passaggio atterrito di un gruppo di cammelli. Quegli animali,Read More →

Oggi è il Monkey Day, la Giornata internazionale delle scimmie. E ovviamente  non poteva mancare di festeggiare le sorelle in giro per il mondo! La festa è nata nel 2000 per celebrare le scimmie e “tutte le cose di scimmia”, compresi altri primati non umani come scimmie, tarsi e lemuri. Ma dove andare per vederle libere, là dove amano vivere? Ruanda, Uganda e Congo sono i paradisi dei gorilla, le più scimmie tra le scimmie. Lì, se siete fortunati, con un trekking con il Dian Fossey Gorilla Foundation potreste incontrare addirittura un silverback, 180 kg di pelo argentato. L’india è terra di macachi soprattutto inRead More →

ZANZIBAR – Piantare invece di raccogliere. Coltivare invece di esaurire. Ripopolare invece di consumare le risorse. Concetti semplici ma che hanno rivoluzionato la vita dei pescatori di Jambiani, una laguna sospesa tra mare e cielo nella Zanzibar meno turistica ma più affascinante, costretti ad abbandonare una pesca millenaria che stava impoverendo il mare fino a renderlo improduttivo. Hanno dovuto reinventarsi, imparando a coltivare spugne e coralli per ricolonizzare la barriera corallina che stava morendo e sviluppare una nuova economia. Un progetto semplice e rivoluzionario allo stesso tempo, ideato e gestito dalla ONG svizzera Marine Cultures, che un gruppo di giovani e intraprendenti videomaker italiani haRead More →

KALIMANTAN Liberi, completamente liberi, non potranno tornare mai. Troppi anni di cattività alle spalle li hanno resi ormai incapaci di procurarsi il cibo da soli, difendersi e sfruttare tutte le risorse di cui Madre Natura li ha circondati, fra quelle foreste un tempo impenetrabili del Borneo centrale ormai devastate dalla deforestazione. Eppure, per sei oranghi di Kalimantan, un’altra vita è possibile. Ed è la vita che la BOS (Bos Orangutan Survival) Foundation, l’associazione animalista che tra il 2012 e il 2016 è riuscita a rilasciare in natura 250 oranghi riabilitati, gli sta preparando nel nuovo santuario, appena inaugurato a Badak Kecil Island, una delle isoleRead More →

Sul pianeta terra ne sono rimasti solo 300. La maggior parte vive prigioniera, tra zoo e parchi, o semilibera nei santuari. Solo 13 sono ancora liberi e selvaggi, così come sono nati. Ma invece di spazi aperti e libertà per Mufasa, uno di quei 300 leoni bianchi sopravvissuti, il rischio è agghiacciate: finire all’asta per essere venduto al miglior offerente che, dopo una finta caccia, si porterebbe a casa la sua testa con la sua straordinaria criniera bionda come trofeo da appendere in salotto. In Sudafrica, dove tutto ciò sta accadendo, si sono scatenate le proteste e una petizione ha già raccolto quasi 350 milaRead More →

Lo scoiattolo newyorkese è un grande classico del viaggio nella Grande Mela. Nessuno sfugge alla foto ricordo con coda pelosa sullo sfondo su una panchina di Central Park. Ma il rapporto tra questi roditori e i newyorkesi non è sempre stato rose e fiori. All’inizio, settecento più o meno, vivevano solo nelle foreste che ancora circondavano la città. E qualcuno, ogni tanto, se li mangiava dopo averli cacciati. Benjamin Franklin ne addomesticò uno, Mungo, e quando morì, gli scrisse un epitaffio. Ma a metà dell’800 erano già scomparsi da New York fino a quando, nel 1877, vennero reintrodotti come arredo faunistico dall’architetto che progettò ilRead More →

Il primo viaggio della Scimmia Viaggiante: a Tam Dao, in un verdissimo Vietnam del Nord, fuori dalle rotte turistiche affollate, per conoscere gli orsi che, salvati dalle orrende fattorie della bile, vivono felici la loro nuova vita assistiti dallo straordinario team di Animals Asia Quando la macchina si inerpica fino al cancello di Tam Dao, qualche centinaio di chilometri da Hanoi, il tempo sembra fermarsi. Le nuvole scendono a circondarti e tutto appare sospeso, come in un mondo parallelo. I rumori si attutiscono e la pioggia tamburella lieve, senza dare fastidio. Le colline, tutte intorno, sono verdi. Ma il verde è pronto ad accendersi diRead More →